Mezza della Reggia di Caserta alias cuore, gambe, testa e Condivisione

 

La mezza maratona di Caserta nel racconto di Chicca Gallo

…alla fine si parte dopo mille, divertenti, problemi organizzativi; tutti insieme a conquistare Caserta. Dopo più di un anno di iscrizione in questa società tante 10000, diverse mezze e una maratona, è la mia prima volta che in autobus come una liceale parto con l’intera squadra e relative famiglie a seguito….buona la pizza, bella la Reggia, ottima la mozzarella di bufala, ma cosa porterò nel cuore? la CONDIVISIONE non solo degli spazi ma dei dolori, del ritmo da seguire in gara, della gioia di ogni singola vittoria personale. Owens diceva che nella corsa  hai bisogno delle tue gambe della strada e dei tuoi polmoni, ha ragione ma vuoi mettere condividere con i tuoi compagni col tuo “frittomisto” la gioia, la vittoria personale, non perché sia solita su podio, ma perché hai superato i tuoi timori, i tuoi  limiti? Ecco cosa ricorderò…l’organizzazione poteva essere migliore? Si…ma mi ricordo che il Delegato non ha un’agenzia viaggi e che non fa il delegato di mestiere quindi alla prossima trasferta sicuramente darò una mano in più….Caserta è stata “cuore…gambe…testa!!!”

2 thoughts on “Mezza della Reggia di Caserta alias cuore, gambe, testa e Condivisione

  1. Bellissime parole che condivido pienamente; tutto è più facile quando si organizza per questa splendida famiglia fatti di atleti ma soprattutto grandi amici.
    Grande Chicca :)

Rispondi a Fabio Annulla risposta